InQuiete, temi e ospiti del festival delle scrittrici

Il 24 e 25 ottobre 2020 torna inQuiete, il festival delle scrittrici. La IV edizione del festival si svolgerà negli spazi del Cinema Avorio di via Macerata, quartiere Pigneto di Roma.

 

“Un’edizione straordinaria, come l’anno che stiamo vivendo”, sostiene l’organizzazione. InQuiete 2020 ha come sottotitolo “Corpi e spazi”, un tema che si pone l’obiettivo di raccontare il segno lasciato dalla pandemia nel mondo delle donne. Gli appuntamenti si terranno in presenza, su prenotazione e con le chiare limitazioni dovute al Covid-19, e in diretta streaming sul sito e sui canali sociali di inQuiete festival.

 

L’incontro inaugurale (sabato 24 ottobre alle ore 16.00) sarà una tavola rotonda intitolata “Dai corpi delle donne” con Caterina Botti (filosofa), Maria Rosa Cutrufelli (scrittrice), Manuela Fraire (psicoanalista), Flavia Gasperetti (autrice e traduttrice) e Alessandra Sarchi (scrittrice). Modererà Maria Novella De Luca (giornalista de “La Repubblica”).

“Durante la pandemia le donne hanno pagato un prezzo altissimo, misurandosi con nuovi equilibrismi e una mole aggiuntiva di lavoro di cura. Reinventarsi e misurarsi con i propri desideri – fra maternità e nuove parentele – ha imposto di generare nuove strategie creative di resistenza.”

Tra le tante ospiti della due giorni dedicata alla letteratura al femminile, le scrittrici Lidia Ravera, Valeria Parrella, Claudia Durastanti e Chiara Gamberale.

Novità di questa edizione di inQuiete festival, ai pomeriggi letterari seguiranno le serate inQuiete, dirette dalla regista Adele Tulli, con un programma dedicato a grandi scrittrici e poetesse e con contribuiti in streaming da varie parti del mondo.

Sul sito www.inquietefestival.it/ il programma completo e la possibilità di prenotare un posto per gli incontri.